Dormi bene anche in estate

Fa troppo caldo per dormire

Come dormire bene in estate quando c’è quel caldo torrido, nelle strade deserte spuntano miraggi e i marciapiedi sembrano sciogliersi? Vorresti essere al mare, in montagna, al lago… ovunque, ma non in questa città afosa. Finalmente arriva la sera, si torna a casa, e potrai riposare.

Speriamo. Perché dormire bene e a sufficienza in estate è proprio difficile. E non solo per il caldo, ma per una serie di motivi, come spiegano gli specialisti del sonno. L’estate infatti, alte temperature a parte, influisce moltissimo sulla nostra mente e sul nostro corpo alterando il nostro orologio biologico.

Le abitudini estive

Come dormire bene in estate? Nonostante possa sembrare impossibile, non lo è. Infatti, molto dipende dalle nostre abitudini, come modificare gli orari dei pasti, uscire più spesso la sera, rientrare più tardi e bere più alcolici. Altri fattori sono del tutto oggettivi, come le zanzare, i rumori che si sentono dormendo con le finestre aperte, le tante ore di luce che stimolano il nostro cervello a “non riposare”. Così anche il caldo, che certo non aiuta.

Come dormire bene in estate

Dormire bene è sempre indispensabile e l’estate, con le sue temperature e i suoi (tanti!) stimoli positivi, richiede un riposo notturno adeguato. Un riposo vero, che ti permetta, poi, di godere appieno delle tanto agognate ferie.

Come si sopravvive all’estate in città? E cosa si può fare per riposare bene nelle calde notti estive? 

Tutto inizia dal rientro a casa, preferibilmente una casa ordinata, con magari qualche pianta che richiami il senso di frescura del bosco. 

Rientro a casa rinfrescante

A questo proposito uno stratagemma semplice per avere un rientro più gradevole può essere preparare in anticipo una bevanda o uno snack, magari della frutta fresca tagliata a pezzetti o una centrifuga, e lasciarli pronti in frigorifero. 

Certamente poi aiuta farsi una doccia tiepida, mai fredda perché aumenterebbe il senso di calore dopo, con un sottofondo musicale rasserenante.

come dormire bene in estate: scegli lenzuola di qualità

La camera da letto estiva

Ma ciò che davvero fa la differenza, soprattutto in estate, è la camera da letto. Per favorire un buon riposo, la camera deve essere quotidianamente ben areata, accogliente, e con un letto comodo, morbido e fresco.

A questo proposito è bene ricordare, e anche i medici del Centro Medicina del Sonno lo sottolineano, che in estate è ancora più importante utilizzare lenzuola fatte di fibre tessili 100% naturali, anallergiche che non siano né trattate chimicamente né colorate con pigmenti tossici.

Lenzuola morbide e fresche che conciliano il sonno

Scegliere con cura delle lenzuola fresche estive significa garantirsi un sonno migliore, meno disturbato, più rigenerante e confortevole. Vale senza dubbio la pena non acquistare d’impulso, o solo valutando la convenienza economica, la biancheria per il letto. Questo sia perché il tessuto che mettiamo a contatto con la nostra pelle influisce enormemente sulla qualità del riposo, e sulla salute, e poi perché la camera da letto è un po’ il nostro nido, e come tale si merita un’attenzione in più.

scopri come dormire bene in estate grazie a lenzuola di qualità

Lenzuola fresche estive: I tessuti

La biancheria per il letto che esiste in commercio è confezionata con due tipologie difibre tessili: quelle naturali e quelle sintetiche.

I tessuti naturali più comuni sono il cotone e il lino, ma esistono anche lenzuola morbide e fresche realizzate in seta e in canapa. Le principali fibre sintetiche sono poliestere, terital, raso satin, e nylon. Tra queste quella più usata per la biancheria per la casa è il poliestere.

Poliestere=petrolio

Sai con cosa è fatto, il poliestere? Con il petrolio. Per questo ha un costo così basso, e sempre per questo è così resistente, e facile da lavare e stirare. Sempre per questo, chi utilizza lenzuola di poliestere racconta che di notte qualche volta girandosi nel letto vede scatenarsi le scintille… 

No, non è leggenda, in realtà le caratteristiche del poliestere lo rendono decisamente poco igienico, sgradevole al tatto e insalubre.

Svantaggi del poliestere

Come tutti i materiali sintetici, anche il poliestere ostacola la respirazione, la traspirazione e la termoregolazione della pelle, impedendo una corretta ossigenazione dei tessuti e la fisiologica eliminazione di scorie e tossine attraverso il sudore. In pratica dormire in un letto con lenzuola di poliestere equivale a dormire in un enorme sacchetto di plastica, perché l’umidità del corpo, e il sudore che si sviluppa nella notte, vengono trattenuti tra pelle e tessuto.

Effetto sauna e reazioni allergiche

In estate, quando la temperatura esterna è più alta e il nostro corpo è anch’esso più caldo, questa sorta di “effetto-sauna” è potenziato. Oltre a sudare molto, si rimane bagnati perché il poliestere non traspira e non assorbe, e germi, batteri e funghi proliferano liberamente.

Non è affatto raro che soggetti particolarmente sensibili o anche chi magari ha preso tanto sole soffra di fastidi dovuti allo sfregamento di questo tessuto che possono poi evolversi in dermatiti da contatto e reazioni allergiche. 

Ostacolando la traspirazione, i tessuti sintetici trattengono il sudore sulla pelle e, nel contempo, attirano le cariche elettrostatiche positive. Questa “doppia aggressione” fa sì che la pelle si irriti e che si carichi di elettricità che non riesce a smaltire. 

Il risultato? L’irritazione della pelle favorisce l’insorgere delle reazioni allergiche, e intanto peli e capelli si elettrizzano, contribuendo ulteriormente al disequilibrio cutaneo.

Cotone e lino, naturalmente anallergici

Il cotone, il lino e gli altri materiali naturali sono, per loro natura, anallergici, traspiranti, assorbenti, piacevolissimi e morbidi al tatto. Il cotone di alta qualità, in particolare, è fortemente consigliato in estate – oltre che per le lenzuola anche per l’abbigliamento e la biancheria intima – in quanto ipoallergenico, altamente assorbente e permeabile all’aria. 

In più tampona il cattivo odore del sudore e, se di buona qualità, è assai resistente alla rottura. Il lino presenta anche un altro vantaggio in quanto ha una naturale azione lenitiva che risulta calmante per le pelli arrossate o irritate, mentre il raso di cotone, straordinariamente setoso, dona una piacevolissima sensazione di freschezza.

come dormire bene in estate: la risposta sta nelle lenzuola

Svegliati al top!

Ma ciò che rende queste fibre tessili naturali perfette per le tue lenzuola, soprattutto in estate, è che stimolano e supportano la funzione di termoregolazione della tua pelle, e quindi ti aiutano a stare più fresco. 

In estate dunque, ancor più che in altre stagioni, se scegli lenzuola di qualità fatte con tessuti naturali dormirai meglio, e ti alzerai al mattino rigenerato e di buon umore.

Qualità e colori rilassanti

È essenziale, quindi, trovare delle lenzuola fresche estive di buona fattura, realizzate con fibre tessili di qualità, e magari scegliere colori tenui tendenti ai toni freddi – come il celeste, il grigio o anche il verde – che si dice siano rilassanti e trasmettano pace e freschezza.

Tra le molte proposte in commercio è consigliabile prediligere articoli prodotti artigianalmente, in modo da avere la garanzia che siano confezionati con cura e tinti, o stampati, utilizzando colori reattivi. Questo per esser certi che durino nel tempo, rimanendo morbidi e vivaci di colore, e che siano salubri al 100%.

Lenzuola fresche estive: la collezione Creole

Per trovare lenzuola di qualità, con dei bei colori freddi, adatti all’estate, scopri la selezione di Creole, 100% Made in Italy, realizzata in fibre naturali di primissima scelta. Questa azienda artigianale toscana specializzata in biancheria per la casa propone articoli di ottima fattura, accattivanti e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.
In più sono disponibili diversi modelli e tantissime varietà di colori.

100% cotone di prima qualità

Primo tra tutti il completo letto in tinta unita “Sidney”, in 100% cotone. Semplice, ma anche elegante, piacevolissimo sulla pelle, e pratico: è composto da 2 federe 50×80 cm, un lenzuolo di sopra di 250×290 e un lenzuolo sotto con angoli di 175×200 cm. I colori per l’estate? Azzurro, grigio oppure anche panna, naturale o corda… dipende dai tuoi gusti e dal look della tua camera.

Raffinate sfumature cromatiche

Ti piacciono le sfumature cromatiche e il look “stropicciato”? Puoi optare per il modello “Siena”, magari turchese, ostrica o verde bosco, e non dovrai più preoccuparti di stirare! Realizzato in 100% cotone, è tinto con il metodo stone washed e si presta quindi davvero bene a completare l’arredo di una casa raffinata.

Il raso che ti accarezza

Se infine sei alla ricerca del non-plus-ultra del comfort, regalati il completo letto “Tresor” in pregiato raso di cotone 120 fili, e non potrai più dormire senza. Il raso, infatti, scivola addosso come una carezza, donando freschezza anche nelle notti più torride e protegge i tuoi capelli. La vasta gamma di colori ti permette di trovare quello che più si addice al tuo gusto e allo stile della tua casa.

Notti d’estate riposanti e serene

Realizzati da artigiani esperti con fibre tessili naturali di alta gamma, le lenzuola morbide e fresche di Creole sono davvero la scelta vincente per le tue notti d’estate. Puoi optare per la semplicità e la freschezza naturale del cotone o la morbida carezza del raso, ma anche per il raffinato lino-cotone cangiante effetto stone washed. Oppure scegliere lenzuola rese allegre da balze in tessuto stampato a righe o balze in raso… 

Se ti stai sempre chiedendo come dormire bene in estate, vuol dire che non hai ancora trovato le lenzuola dei tuoi sogni! 

lenzuola fresche estive: la soluzione perfetta per le notti più afose
lenzuola morbide e fresche per la tua estate
lenzuola fresche estive per un sonno rilassante